Programma

* Il pre-accredito consente, al termine della fiera, di ricevere gli Atti di Maggioli Editore, una raccolta delle relazioni pervenute per i nostri convegni  tramite Call for Papers. Il pre-accredito non garantisce il posto a sedere*

A cura di: Gruppo di Lavoro Rifiuti della RUS (Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile) e Comitato Tecnico Scientifico di Ecomondo

I beni acquistati dalle università, alla fine della loro vita utile, sono solitamente gestiti come rifiuti. Questa espressione tipica dell’economia lineare è principalmente dovuta al fatto che se da un lato le regole che definiscono la gestione di un rifiuto sono piuttosto chiare, dall’altro non si può dire la stessa cosa per altre forme di dismissione di beni (cessioni, donazioni…). Inoltre, il rischio di incorrere in sanzioni per una gestione di rifiuti non autorizzata, punita a seconda dei casi anche con sanzioni penali, disincentiva anche le università ad assumersi il rischio di tentare altre vie, più virtuose, rispetto al mero smaltimento.

Partendo dall’assunto che ogni tipo di bene acquistato, soprattutto se con fondi pubblici, deve porsi al servizio della Comunità il più a lungo possibile, questa tavola rotonda si pone lo scopo di:

  • individuare delle regole chiare e condivise per la donazione di beni ancora potenzialmente utilizzabili in un ambito diverso da quello universitario (principalmente mobilio o AEE), con valutazioni sulla possibilità di una gestione in deroga di tali beni quando diventano rifiuti (ingombranti e RAEE - almeno con riferimento a quelli non pericolosi);
  • stabilire eventuali regole derogatorie per la raccolta di talune tipologie di rifiuti in aree aperte di proprietà degli Atenei, accessibili al pubblico (ad es. raccolta pile, farmaci, tappi di plastica, cialde di caffè) superando il problema delle autorizzazioni per la raccolta di rifiuti prodotti da terzi;
  • individuare azioni volte ad incentivare pratiche di auto-compostaggio e compostaggio di comunità della frazione organica;
  • creare uno schema condiviso di buone pratiche da adottare per la redazione di bandi di gara per la gestione di tutte le tipologie di rifiuti negli Atenei.

Waste manager di Ateneo, esperti e consulenti ambientali, legali, istituzioni e altri attori del circuito rifiuti sono invitati ad esplorare assieme l’argomento allo scopo di individuare una strategia per la necessaria transizione da un’economia di tipo lineare ad una di tipo circolare negli Atenei, come apripista tra gli Enti pubblici.

 

Programma

10.45 Registrazione partecipanti

11.00 Eleonora Perotto, Politecnico di Milano;
Daria Prandstraller, Università di Bologna.
 Le attività del Gruppo di Lavoro Rifiuti della Rete della Università per lo Sviluppo Sostenibile: passato, presente e futuro.

11.15 Paolo Pipere, esperto di diritto ambientale libero professionista;
Diritto dell’ambiente e rifiuti: aspetti normativi e gestionali

11.45 Casi studio. Alcuni esempi virtuosi da parte degli Atenei RUS.

12.15 Tavola Rotonda Gestire i rifiuti in ambito universitario: vincoli normativi e possibili semplificazioni”

Coordina: Eleonora Perotto, Politecnico di Milano

Partecipano:

Attilio Balestreri, Butti & Partners;
Daniele Carissimi, Ambiente Legale
Mara Chilosi, Chilosi Martelli Studio Legale Associato
Franco Cioce, consulente ADR libero professionista
Delia Di Monaco, MATTM (TBC)
Valeria Frittelloni, ISPRA
Alessandro Rossi, ANCI ER
Gabriele Scibilia, Flash point

13.45-14:00 Alessandra Bonoli, delegata UNIBO per la RUS Rete della Università per lo Sviluppo Sostenibile, membro del comitato di Coordinamento.
Discussione e conclusioni