Programma
  • Martedì 5 Novembre 2019
  • 10:00 - 18:00
  • Memo
  • Sala Reclaim Expo

A cura di: Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo, TNEC, ISPRA, GNRAC

Temi trattati: Governance: l’Osservatorio Coste; governance: l’applicazione del DM 173/2016; sabbie e sedimenti come risorsa strategica; approcci e tecnologie innovative; interazioni con altri usi del mare e della costa; scenari climatici.

 

L’importanza della risorsa sedimenti per la difesa delle coste dall’erosione e dagli effetti del cambiamento climatico ha assunto sempre più negli ultimi anni un valore strategico in particolar modo per quanto riguarda il Mediterraneo, area ad elevato valore turistico, ambientale, culturale e produttivo e con ancora grandi potenzialità di crescita. La gestione delle risorse di sedimenti comporta la necessità di specifiche politiche di tutela, di individuazione, caratterizzazione e uso sostenibile delle fonti e delle riserve strategiche, così come delineato nelle raccomandazioni “Eurosion”, nelle policy della “Carta di Bologna” e del suo Piano di Azione, e nelle indicazioni delle “Linee Guida nazionali sull’erosione costiera”. Una differenziazione delle fonti pone la necessità di individuare adeguati sistemi gestionali, regolamentativi e autorizzativi atti a favorire l’utilizzo sostenibile delle varie risorse in modo complementare e sinergico ai fini di una più efficace gestione e difesa costiera, in linea con i principi del Protocollo GIZC per il Mediterraneo. 

La Conferenza vuole presentare da un lato lo stato di avanzamento dei lavori relativamente alla risorsa sedimenti svolto nell’ambito del Tavolo Nazionale sull’Erosione Costiera (e del costituendo Osservatorio Nazionale), su stima delle risorse da diverse fonti, aspetti tecnici e nuove tecnologie per la loro gestione, aspetti ambientali e normativi. Dall’altro lato, vuole contribuire a fare il punto sulle problematiche, da parte dei soggetti pubblici e privati, in merito agli aspetti applicativi e possibili miglioramenti delle norme vigenti, DM 173/2016, in attuazione del Dlgs152/2006 art. 109, in funzione di azioni quanto più possibile efficaci di gestione e utilizzo delle diverse risorse ai fini di attività di difesa delle coste, di gestione dei porti e dei corsi d’acqua, per una Crescita Blu, sostenibile e coniugata con gli obiettivi di sicurezza territoriale e di protezione dell’ambiente costiero.

 

Presidenti di sessione

Sessione 1 – Dr. Roberto Montanari (TNEC R.Emilia-Romagna);
Sessione 2 – Ing. Paolo Lupino (TNEC R.Lazio);
Sessione 3 – Prof. Leonardo Damiani (GNRAC-POLIBA)

 

Programma

10.00 Introduzione 

10:30 Saluti istituzionali
MATTM, ISPRA, Conferenza Regioni, Rappresentanza Comuni, Comune Rimini 

11:00 Sessione 1 - la risorsa sedimenti nel panorama nazionale:

interventi speakers x 12’

1. Quadro nazionale delle risorse di sedimenti da diverse fonti ai fini del ripascimento costiero 
Paolo Lupino (TNEC)

2. Aspetti ambientali relativi alle diverse fonti di sedimenti per il ripascimento dei litorali in erosione
D.Paganelli, P.LaValle, M.Targusi (ISPRA)

3.Le risorse nazionali di sedimenti da depositi marini relitti 
A.Correggiari (CNR-ISMAR) et al.

4.Le risorse sedimentarie alle foci fluviali dei fiumi Ravennati
Ciavola P., Armaroli C., Grottoli E., Cilli S. (GNRAC-UNIFE)

5. I sedimenti nei grandi invasi artificiali, casi studio in Emilia-Romagna
Enrico Dinelli (UniBo-Bigea)

12:15 Sessione 2 – governance, sfruttamento, aspetti normativi:

 Interventi speakers x 12’

1.Le indicazioni tecniche per le attività di ripascimento delle spiagge nell’allegato tecnico al DM 173/2016 
D.Pellegrini, C.Mugnai, F.Onorati (ISPRA)

2.La gestione dei sedimenti nei porti, da problema ad opportunità?
Francesco Messineo (Segr. Gen. Autorità Portuale Napoli e Salerno)

3.La problematica dei sedimenti dal punto di vista dei porti turistici
Roberto Perocchio (Assomarinas)

4.Re-visione sistemica della idrodinamica costiera nell'ottica dell'utilizzo delle sabbie marine relitte
Diego Paltrinieri (Arenaria Srl)

5. Erosione costiera e Posidonia spiaggiata, aspetti normativi connessi alla loro gestione
L.Nicoletti, P.Borrello, C.Silvestri (ISPRA)

6. Il monitoraggio costiero: prima regola per la definizione di un corretto piano di gestione
Archetti R. (GNRAC-UNIBO)

13.30 Pausa

14:30 Sessione 3 – nuove soluzioni tecnologiche e buone pratiche di gestione:

 interventi speakers x 12’

1.Proposte di soluzioni per piccole operazioni di dragaggio con dispositivi a iniezione d’acqua 
Jaques Van der Salm (DRAVO sa)

2.Tecnologie innovative ad eiettori per la gestione sostenibile di fondali costieri, bocche portuali e porti turistici
Cesare Saccani, Marco Pellegrini (UniBo DIN)

3.Esempi di gestione dei sedimenti litoranei nelle spiagge adriatiche
Stefano Boscolo (La Dragaggi s.r.l.)

4.La strana storia delle sabbie migranti siciliane
Randazzo G., Lanza S. (GNRAC-UNIME)

5.Buone pratiche di utilizzo della Posidionia spiaggiata per la difesa dei litorali
Sergio Cappucci (ENEA)

15:30 Tavola rotonda - I sedimenti, da problematica a risorsa:

Nuove tecnologie / approcci gestionali / proposte di integrazioni normative / raccomandazioni tecniche di monitoraggio / per favorire l’utilizzo e la gestione ottimale dei sedimenti marini, litoranei e da altre fonti (depositi offshore, accumuli costieri, da aree portuali, vie d’acqua, foci fluviali, invasi artificiali, ecc.) ai fini della difesa e adattamento costiero ai CC:

 

i) quali necessità,

ii)quali problematiche,

iii)quali possibili soluzioni o proposte migliorative.

 

16.45 Discussione

 

NB: in valutazione la produzione di Atti del convegno, con anche la raccolta organizzata degli esiti della tavola rotonda, da distribuire successivamente e pubblicare on line sul sito TNEC e altri canali