Programma
  • Venerdì 8 Novembre 2019
  • 10:00 - 13:45
  • Memo
  • Sala Diotallevi 1 Hall Sud

A cura di: Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo e Legambiente Onlus, Associazione Mediterranea Acquacoltori, Bluemed, Corepla, Enea, IPPR

Con il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Ingegneri

 

* RICONOSCIUTI 3 CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI PER GLI INGEGNERI ISCRITTI ALL’ORDINE *

Reti e attrezzi provenienti da attività di pesca e acquacoltura, persi o abbandonati, costituiscono circa un terzo dei rifiuti in plastica rinvenuti sulle spiagge europee e una proporzione maggiore in peso, arrivando fino a 11mila tonnellate per anno. Settori che generano e che subiscono, a loro volta, l’impatto dai rifiuti dispersi nell’ambiente marino.

In Italia, le misure volte a migliorare la gestione dei rifiuti generati da queste attività produttive e a contrastare il marine litter tramite attività di fishing for litter, potrebbero trovare finalmente applicazione nella legge “Salvamare”, norma in corso di approvazione e ispirata anche da progetti pilota partiti dal territorio. Anche nel particolare caso delle reti da mitilicoltura, sono già attive esperienze virtuose di riciclo e sperimentazioni di nuovi materiali meno impattanti. L’evento di Legambiente e CTS Ecomondo si propone di fare il punto della situazione e confrontarsi sulle proposte e sulle politiche da attuare.

 

Presidenti di sessione

Stefano Ciafani, presidente di Legambiente

Fabio Fava, Università di Bologna e presidente del Comitato scientifico di Ecomondo

 

Programma

 

10.00 saluti introduttivi

​Sigi Gruber, Commissione EU

Anna Montini, Assessore Ambiente Comune di Rimini

 

10:30 - 11:30 gli impatti del marine litter sulle specie ittiche e sugli stock ittici e gli impatti delle retine sull’ecosistema marino

 

Impatti e aspetti ecotossicologici del marine litter nell’ambiente marino

Cristina Fossi, Università di Siena

 

Macro e micro plastiche ingerite dagli organismi marini: analisi del fenomeno nel Mar Mediterraneo

Marco Matiddi, Ispra

 

Dati, impatti e mitigazione dell’acquacoltura in Europa e nel bacino del Mediterraneo

Margherita Zorgno, EurOcean Foundation e progetto Aqua-lit

 

Fatti di plastica, l'approccio bioeconomico delle soluzioni al problema dei rifiuti marini nel Mediterraneo

Fedra Francocci, CNR-Bluemed CSA

 

Biodegradazione in mare delle plastiche biodegradabili

Francesco degli Innocenti, Novamont

 

11:30 - 12:30 Il Fishing for litter: esperienze e politiche

 

L’esperienza pluriennale di Kimo nei progetti di Fishing for litter

Jan Joris Midavaine, KIMO international

 

Salvamare e l’applicazione delle norme europee in tema di Direttiva SUP e Porti

MATTM (*TBC)

 

La nuova proposta di Direttiva sui rifiuti generati dalle navi

Simona Giovagnoni, ANSEP-UNITAM

 

L'esperienza di Corepla in Puglia e nel Lazio

Antonello Ciotti, COREPLA

 

I pescatori di Chioggia raccontano il loro lavoro di pulizia del mare Adriatico

Giorgio Fabris, comandante del motopesca Gionni Alberto

 

 

12:30 - 13:30 le calze da mitilicoltura, da problema a risorsa: soluzioni a confronto

 

La mitilicoltura nazionale: aspetti produttivi, tecnologici e innovativi

Eraldo Rambaldi A.M.A.

 

Primi risultati sperimentali per il recupero delle reti

Loris Pietrelli, comitato scientifico di Legambiente

 

Studio pilota sul possibile utilizzo di reti in bioplastica nella mitilicoltura

Matteo Baini, Università di Siena

 

La sfida della sperimentazione: risultati e criticità

Angelo Bonsignori, Presidente IPPR

 

Discussione e chiusura

È prevista la traduzione simultanea inglese - italiano