Palinsesto Convegnistico
  • Venerdì 10 Novembre 2023
  • 10:00 - 12:45
  • Memo
  • Agorà Malatesta - Enviromental Monitoring Area pad. D8
  • italiano
  • a cura di Autorità di Bacino Distrettuale del fiume Po
Il distretto del fiume Po si estende per circa 87.000 km2, comprende otto regioni, la Provincia autonoma di Trento e una parte del territorio francese e svizzero. Quasi un terzo della popolazione italiana, circa 20 milioni, vive nel territorio del distretto. Nello stesso territorio viene prodotto oltre il 40% del Pil nazionale, il 55% della produzione idroelettrica e sono presenti oltre 3 milioni di ettari di superficie agricola. Per sostenere una tale concentrazione di attività industriali, di abitanti e di aree agricole, c’è bisogno di un’elevata disponibilità di risorse naturali e di acqua in particolare. Il fiume Po è il corso d’acqua principale ed è alimentato da un fitto reticolo naturale composto da 141 affluenti a cui si aggiunge un ancora più fitto reticolo artificiale realizzato nei secoli. Ogni anno, mediamente, vengono prelevati per i diversi usi circa 20 miliardi di metri cubi d’acqua, di cui quasi l’80% è destinato agli usi irrigui mentre la restante parte è destinata a soddisfare gli usi industriali e civili. Gli effetti del cambiamento climatico sono già evidenti da diversi anni e lo saranno ancor di più nel prossimo futuro. 
 
Programma
 
Gli interventi saranno moderati dal giornalista Andrea Gavazzoli
 
10.00-10.15 Saluti istituzionali 
Alessandro Bratti – Autorità di Bacino Distrettuale del fiume Po
 

10.15-10.30 La gestione della risorsa idrica in Italia
Stefano Mariani – Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale ISPRA


10.30-10.45 La gestione della risorsa idrica nel Distretto del fiume Po
Francesco Tornatore – Autorità di Bacino Distrettuale del fiume Po
 
10.45-11.00 Life Climax Po. Un progetto avvincente
Paolo Leoni – Autorità di Bacino Distrettuale del fiume Po
 
11.15-12.45 Tavola rotonda condotta da Giovanni Carrada, comunicatore della Scienza, con:
Alessandro Bratti – Autorità di Bacino Distrettuale del fiume Po
Gaia Checcucci – Autorità di Bacino dell’Appennino Settentrionale
Giorgio Zampetti - Legambiente
Mario Pezzotti – Commissario Straordinario del CREA 
Giulio Boccaletti – Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC)
Martina Bussettini – Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale ISPRA