Palinsesto Convegnistico
  • Martedì 5 Novembre 2024
  • 10:00 - 13:15
  • Memo
  • Agorà Fellini - Sites & Soil Restoration Area pad. C3
  • italiano
  • a cura di Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo & Associazione Geotecnica Italiana – Sezione AGI-IGS

Le frane rappresentano una minaccia significativa per le comunità e le infrastrutture in tutto il mondo, rendendo necessario lo sviluppo di efficaci strategie di riduzione della pericolosità e dell'esposizione per mitigare i rischi potenziali. Per ridurre il rischio da frana possono essere adottate strategie di riduzione della pericolosità, strategie di riduzione dell'esposizione e strategie di riduzione della vulnerabilità.
Il presente convegno affronta il tema dei sistemi di allerta precoce utilizzati per la mitigazione del rischio da frana. Questi sistemi, che identificano e gestiscono le fasi parossistiche delle frane allertando e/o ricollocando temporaneamente la popolazione, sono sempre più applicati in tutto il mondo anche grazie ai ridotti costi di gestione.

Presidenti di sessione

Daniele Cazzuffi, CESI SpA Milano e Presidente AGI-IGS
Nicola Moraci, Università Mediterranea di Reggio Calabria e Vice Presidente AGI-IGS

Programma

9.30-10.00 Registrazione dei partecipanti

10.00-10.15 Introduzione
Daniele Cazzuffi, CESI SpA Milano e AGI-Associazione Geotecnica Italiana

10.15-10.40 Possibili strategie di mitigazione del rischio da frana 
Nicola Moraci, Università Mediterranea di Reggio Calabria

10.40-11.05 Strategie di allerta precoce per la mitigazione del rischio di frana
Michele Calvello, Università di Salerno

11.05-11.30 Sistemi di monitoraggio integrati nell'ambito delle strategie di mitigazione del rischio frana
Filippo Soccodato, Iating (Roma) (TBC)

11.30-11.55 Sistemi di allerta precoce a scala territoriale  
Luca Piciullo, Norwegian Geotechnical Institute, NGI – Oslo

11.55-12.20 Sistemi di allerta precoce a scala locale: il caso della frana di La Saxe
Davide Bertolo, Regione Autonoma Valle d’Aosta (TBC)

12.20-12.45 Strategie di comunicazione e educazione al rischio e coinvolgimento della comunità
Loredana Antronico, CNR IRPI – Rende (CS)

12.45-13.15  Discussione e Conclusioni