• Giovedì 28 Ottobre 2021
  • 14:00 - 18:00
  • Memo
  • Sala Biobased Industry
  • italiano

A cura di: Comitato Tecnico Scientifico di Ecomondo                                     

I PHA sono poliesteri di origine biologica e completamente biodegradabili nell’ambiente. Ancorché disponibili da decenni sul mercato, ma a costi piuttosto elevati, in anni più recenti sono stati “riscoperti” a partire dall’evidenza che possono essere sintetizzati utilizzando colture microbiche miste facilmente ottenibili dagli impianti di depurazione e utilizzando rifiuti organici e fanghi come fonte di carbonio. Ciò li rende particolarmente interessanti sia per meglio valorizzare tali scarti, in piena sintonia con lo sviluppo della bioeconomia e dell’economia circolare, sia per contribuire alla strategia europea di sostituzione delle plastiche di origine fossile. Le numerose esperienze condotte finora alla scala pilota, soprattutto in Italia, hanno mostrato la fattibilità tecnica della tecnologia e fornito le primi indicazioni per quanto riguarda la possibili applicazioni di bioplastiche a base di PHA. Non resta quindi che compiere gli ultimi passi per il completo trasferimento alla scala industriale e la collocazione sul mercato dei prodotti, tra cui anche aspetti regolamentari e organizzativi quali i modelli di business che legano tra di loro settori industriali diversi, la conseguente qualificazione di intermedi e prodotti, la definizione di criteri “end of waste” e la definizione dei sistemi di gestione end of life.
Su tutti questi aspetti, il workshop offrirà un’occasione di presentazione delle più recenti esperienze di ricerca e innovazione e di confronto con vari operatori dei settori interessati nel mondo industriale e nell’amministrazione pubblica.

Presidenti di sessione
Mauro Majone, Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo e Università di Roma “La Sapienza”
Francesco Fatone, Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo e Università Politecnica delle Marche

Programma

14.00 Introduzione dai Chairs

14.20-14.40 Esperienze e prospettive sulla produzione di PHA da rifiuti organici
Mauro Majone, Università di Roma “La Sapienza”

14.40-15.00 Esperienze e prospettive sulla produzione di PHA da reflui urbani
Francesco Fatone, Università Politecnica delle Marche

15.00-15.20 Uno stadio chiave: come definire i criteri “End of waste” per i PHA da Rifiuti
Nadia Ramazzini, Ministero della Transizione Ecologica

15.20-15.40 Biodegradabilità del PHA e come si inserisce nel recupero del rifiuto organico
David Bolzonella, Università di Verona

15.40-16.00 (Quasi) pieno scale-up del recupero PHA da fanghi di depurazione: il Progetto Circular BioCarbon
Andrea Lanuzza, Gruppo CAP

16.00-16.20 Prospettive per il recupero di PHA da rifiuto organico. L'approccio industriale di Contarina
Michele Rasera, Direttore Generale, Contarina SpA

16.20-16.40 Recupero diffuso di PHA nei servizi pubblici urbani
Francesco Avolio, in rappresentanza del gruppo di lavoro HERA, IREN, SMAT and A2A

16.40-17.00 Scarti vitivinicoli e PHA: la sfida di Caviro per un nuovo packaging biocompatibile
Rosa Prati, Caviro

17.00-17.20 Bioplastiche: la sfida dell’applicazione
Alessandro Carfagnini, SabioMaterials

17.20-18.00 Domande, discussione and conclusioni