• Mercoledì 4 Novembre 2020
  • 10:00 - 17:30
  • Memo
  • Piattaforma Digitale Ecomondo Key Energy
  • italiano

A cura di: Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo, Cluster BIG, Bluemed CSA, Federpesca

Il Convegno intende favorire un confronto ed una progressiva strutturazione della Comunità marino-marittima Nazionale (Ricerca e Università, Imprese, Amministrazioni, Società Civile) sulle sfide e le opportunità dell’economia circolare declinata nei diversi settori dell’economia del mare. Ciò partendo da strategie, iniziative e progetti significativi in atto (BLUEMED, WESTMED, Strategia Nazionale sulla Bioeconomia, Piano d’Azione del Cluster BIG, MED-Panoramed Innovation, MED-Mistral), ed in vista degli indirizzi e delle priorità della nuova Programmazione, con riferimento particolare alla Partnership di Horizon Europe ‘A climate neutral, sustainable and productive Blue Economy’ in fase discussione ed ai Programmi che utilizzeranno i Fondi di Coesione europei nelle varie forme previste (e.g. Programmi ETC, Fondi Strutturali e Strategie S3). A valle di alcuni interventi introduttivi, il Convegno vedrà una serie di esempi significativi, in attuazione o di grande potenzialità ed auspicata attuazione, di principi e soluzioni di economia circolare applicate a diversi settori dell’economia del mare, e si concluderà con una sessione interattiva dedicata allo stato ed alle problematiche di implementazione sul territorio nazionale della cosiddetta Legge “Salvamare”, per la promozione del recupero dei rifiuti in mare e nelle acque interne e per l'economia circolare.

Presidenti di Sessione
Andrea Barbanti, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) & Cluster Tecnologico Blue Growth
Silvia Grandi, Ministero dello Sviluppo Economico         
Luigi Giannini, Federpesca
Roberto Cimino, Cluster Tecnologico Nazionale Blue Italian Growth
Enrico Granara, Ministero Affari Esteri e della Cooperazione

Programma

10.00-10.20 Introduzione e benvenuto 

Potenziali per l’Economia Circolare Blu nei mari europei
Sigi Gruber, EC-DG RTD

Il supporto del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca all’economia circolare blu nei mari europei 
Luca Marangoni, Commissione Europea – EASME

Azioni in corso per promuovere lo sviluppo sostenibile dell’economia blu nell’ambito dell’Iniziativa WESTMED
Daniele Bosio, MAECI e Co-Presidenza Westmed Initiative

Meccanismi per promuovere l’economia blu circolare in Italia e nel Mediterraneo: il ruolo dei cluster marittimi
Giovanni Caprino, CETENA, Cluster BIG


L’esperienza del Distretto della Pesca e Crescita Blu, come organismo di contatto tra le aziende, le istituzioni ed il mondo scientifico al servizio della crescita blu e per una condivisione delle buone pratiche con i paesi rivieraschi
Nino Carlino, COSVAP 

L’economia circolare nei porti e intorno ai porto: l’esperienza del Porto di Ravenna
Daniele Rossi, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale 

Smart coastal cities: metabolismo delle città costiere, soluzioni digitali e tecnologie per l’economia circolare
Emilio Campana, CNR-DIITET, Cluster BIG 

Economia circolare nelle città costiere e l’esperienza del Summit delle due Rive
Cristian Chiavetta, Lab RISE - Dipartimento per la Sostenibilità, ENEA

13.00 – 14.30 Pausa pranzo

Quantificare efficienza e sostenibilità di soluzioni di economia circolare blu
Jann Martinsohn, EU JRC Ispra

La circolarità nel mondo O&G vista attraverso il progetto SEALINES
Ilaria Antoncecchi, MISE

Costruire un’economia del mare sostenibile, circolare ed inclusive basata sull’approccio ecosistemico  
Mauro Randone - WWF Mediterranean Marine Initiative 

15.30 – 17.30 Sessione “RENAISSANCE”

Presentazione dell’iniziativa “RENAISSANCE” - REstoratioN of the mArIne ecoSyStem of the Adriatic-ioNian maCro rEgion

Sessione coordinata da Luigi Giannini (Federpesca) e Silvia Grandi (MISE)

Obiettivi: Ripristinare l’ambiente marino nella Macro Regione Adriatico-Ionica attraverso lo sviluppo di investimenti a livello locale per sostenere la bioeconomia nazionale, il coinvolgimento attivo delle comunità costiere e pescherecce, l’adeguamento ed implementazione di infrastrutture nei porti per il recupero e trattamento dei rifiuti antropici, della plastica e di altri fondamentali nutrienti del rifiuto organico, lo sviluppo di  filiere territoriali in grado di trasformare la plastica raccolta dal mare, lo sviluppo e l'adozione di quadri normativi chiari e stabili, politiche, standard di qualità elevati e misure di sostegno alla domanda che consentano ai prodotti innovativi e sostenibili di competere con quelli già esistenti. 

Video introduttivo e di saluto, On. P. Bartolo, Parlamento Europeo

Intervento introduttivo
Luigi Giannini, Federpesca

Soluzioni e azioni dimostrative
Gian Marco Luna, CNR-IRBIM, Cluster BIG

Fattori abilitanti e sostenibilità economica
David Chiaramonti, Politecnico di Torino

Panel di discussione
Moderatore Silvia Grandi, MISE 

Panelists (tbc): 
Banca Intesa, Dr. Stefano Firpo 
GARBAGE Group, Paolo Baldoni, Amministratore delegato
Castalia, Lorenzo Barone 
ENI, Susanna Bedarida 
Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale 

Conclusioni
On. Roberto Morassut, Sottosegretario Ministero dell’Ambiente (tbc)