Programma
  • Venerdì 9 Novembre 2018
  • 14:00 - 17:00
  • Memo
  • Sala Reclaim Expo
  • Fabio Fava Presidente Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo

* Il pre-accredito consente, al termine della fiera, di ricevere gli Atti di Maggioli Editore, una raccolta delle relazioni pervenute per i nostri convegni  tramite Call for Papers. Il pre-accredito non garantisce il posto a sedere*

A cura di: Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo, Cluster Tecnologico Blue Italian Growth, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Assoporti, BLUEMED Initiative

 

Il workshop, che riunirà scienziati e stakeholders industriali del Mediterraneo impegnati nella gestione dei sedimenti, esplorerà i diversi modi in cui il settore influenza e può effettivamente rappresentare un'opportunità per la Blue Growth, salvaguardando allo stesso tempo gli ecosistemi e la salute umana. Il workshop promuoverà inoltre il dialogo tra amministrazioni, agenzie, imprenditori e ricercatori per identificare i fattori e le azioni chiave da promuovere congiuntamente.

Presidenti di sessione
Roberto Cimino, Emilio Campana - Italian Technology Cluster on Blue Growth
Silvia Grandi, Andrea Barbanti – BLUEMED Initiative and BLUEMED Coordination Support Action

Programma


14.00 Introduzione dei presidenti di sessione

14.10 Emilio Campana - Cluster BIG e CNR
Roadmap R & S per l'Italia e opportunità economiche: la visione del CLUSTER BIG

14.25 Mario Sprovieri, CNR & BLUEMED CSA
Sedimenti, ecosistemi, salute umana: come tutto questo gioca un ruolo nella  Blue Growth: la prospettiva Bluemed

14.45 Francesco Messineo, Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno centrale / Assoport
i Gestione dei sedimenti e settore del trasporto marittimo

15.05 David Pellegrini, ISPRA
Praticare una gestione dei sedimenti sicura e sostenibile seguendo il Decreto Ministeriale n. 173/2016

15.25 Marco Marcelli, Università Tuscia
Approccio integrato per prevenire gli effetti delle attività portuali sugli ecosistemi marini: il caso del porto di Civitavecchia

15.45 David Levin, Biosystems Engeneering University of Manitoba
Un impianto pilota per il compostaggio di cumuli di sedimenti dragati contaminati

16.00 Giovanni Preda, TREVI
Casi di successo per il riutilizzo benefico dei sedimenti dragati nelle aree portuali

16.15 Giuliano Gabbani, Università di Firenze, Responsabile scientifico Decomar
Eco Dragaggio per il rinnovo del modello di sviluppo portuale e costiero: la scelta responsabile

16.30 Cesare Saccani, Università di Bologna
Tecnologie innovative per la gestione sostenibile dei fondali marini e costieri che impediscono il dragaggio

16.45 Discussione e conclusioni