Programma
  • Venerdì 29 Ottobre 2021
  • 10:00 - 13:30
  • Memo
  • Sala Diotallevi 2 Hall Sud
  • italiano
  • inglese

*RICONOSCIUTI 3 CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI PER L'ORDINE DEGLI INGEGNERI*

A cura di: Comitato tecnico scientifico di Ecomondo, ENEA e ICESP

Il piano di azione europeo di economia circolare (CEAP, Marzo 2020) è un pilastro fondante del green deal europeo ed include misure normative e non, per sviluppare quelle aree in cui si può conseguire un valore aggiunto per l’Europa. Importante tassello dell’economia circolare (EC) è costituito dal tema della partecipazione e della collaborazione tra attori che si può innescare tramite reti e hubs, portando soluzioni vincenti lungo le filiere e nelle città/territori.
Tale aspetto è centrale nella nascente “network governance” atta a realizzare l’EC rafforzando le forze positive nella società, il dialogo e le relazioni e facilitando le interazioni inter-settoriali tra tutti gli attori della EC. In questo contesto ICESP, che opera sin dal Maggio 2018 come mirror della relative piattaforma europea ECESP, annovera più di 250 organizzazioni e sta lavorando per rispondere al CEAP, alle priorità emergenti per la ripresa post COVID-19 come identificate dalla “community” a fine del 2020.
L’approccio multidisciplinare e la disseminazione delle buone pratiche (BP) possono essere motore e ispirazione dell’attivazione di percorsi di transizione all’EC e, in tal senso, ICESP contribuisce fattivamente attraverso la condivisione di un database italiano di BP (più di 180 BP), fruibile su www.icesp.it. Le BP sia con approccio fi filiera che in ambito territoriale sono sottoposte a revisione di uno specifico comitato e poi pubblicate in ICESP e inviate a ECESP, ma vengono anche analizzate per replicabilità, maturità, quantificazione degli impatti.
La conferenza sarà l'occasione per dare uno sguardo alle attività in corso, alle BP e alle prospettive di ICESP in linea con le iniziative europee.

Presidenti di sessione 

Roberto Morabito, Direttore del Dipartimento sostenibilità’ dei sistemi produttivi e territoriali ENEA e Presidente ICESP
Fernanda Panvini, ENEL e rappresentante del Comitato dei coordinatori ICESP

Programma

10.00 Introduzione a cura dei Presidenti di sessione

10.20-10.40 Circular Economy Action Plan
Paola Migliorini, Commissione Europea

10.40-11.00 ECESP e leadership group su “network and governance
Ladeja Godina Košir, Chair of the Coordination Group of the European Circular Economy Stakeholder Platform (ECESP)

11.00-11.20 Ruolo della normazione tecnica per la transizione circolare
Elena Mocchio, Responsabile Innovazione e Sviluppo UNI - Ente Italiano di Normazione

11.20-11.30 ICESP nel panorama italiano di economia circolare
Grazia Barberio, ENEA e coordinator tecnico ICESP

11.30-13.00 Approccio multidisciplinare e Buone pratiche ICESP

Buone pratiche e approcci integrati ICESP
Ilaria Giannoccaro, POLIBA e coordinatore del GdL6 ICESP

Filiere circolari e sostenibili

Circular Economy Action Plan e BP italiane nelle filiere rappresentative ICESP

Sottogruppo tessile abbigliamento e moda, Eleonora Rizzuto, LVMH
Sottogruppo Costruzioni e Demolizioni (C&D) e Plastiche, Marco Piana, AIPE
Sottogruppo mobilità elettrica, Daniela Fontana, COMAU
Sottogruppo agrifood, Elena Bosi, Regione Emilia-Romagna

Città e territorio circolari

Circular Economy Action Plan e BP italiane nei territori, implementate da imprese, istituzioni, cittadinanza
Giulia Lucertini, IUAV e coordinatore del GdL5 ICESP

13.00-13.30 Discussione e chiusura