Programma
  • Martedì 26 Ottobre 2021
  • 09:30 - 17:30
  • Memo
  • Sala Gemini Pad C3
  • italiano

* RICONOSCIUTI 3 CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI PER L'ORDINE DEGLI INGEGNERI*

A cura di: Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo e Associazione Geotecnica Italiana (AGI)

I cambiamenti climatici sono un tema di grande attualità e la mitigazione del rischio da frana è diventata cruciale per le prossime generazioni. L'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite aggiunge un’altra sfida sempre attuale: come combinare l'uso del suolo con la conservazione delle risorse naturali e la prevenzione dei disastri. Tra i pericoli più diffusi, e spesso molto severi, si annoverano le frane veloci (colate di fango, valanghe di detrito, flussi iperconcentrati, ecc.), caratterizzate da elevati potenziali distruttivi, volumi di terreno o roccia ingenti ed notevoli velocità di propagazione.  

Questa conferenza si occupa della riduzione del rischio da frane veloci in una moderna ottica di ottimizzazione dell'efficienza strutturale e di riduzione sia dei costi di costruzione che dell'impatto ambientale. Saranno presi in considerazione esempi di strutture (rilevati rinforzati, barriere filtranti, griglie permeabili, reti flessibili, ecc.) impiegate per arrestare o deviare le masse in frana. Saranno illustrati gli approcci e i metodi attualmente disponibili per la progettazione. Il convegno riguarderà principalmente la: (i) valutazione dell’attendibilità dei dati di input, fondamentale per la corretta scelta della struttura e del suo posizionamento e per una sua adeguata progettazione; (ii) l’analisi dell'interazione dinamica tra massa in frana e struttura di protezione.

Programma

9.30 -10.00 Registrazione dei partecipanti

10.00-10.15 Introduzione
Nicola Moraci (Presidente AGI)
Daniele Cazzuffi (Presidente AGI-IGS)

Session 1: Inquadramento e progettazione di opere di protezione
Chair: Claudio Di Prisco (Politecnico di Milano)

10.15-10.45 Interventi di mitigazione: classificazione e campi d’impiego
Giovanni Vaciago (Studio Geotecnico Italiano, Milano)

10.45-11.15 Un inquadramento progettuale: approcci avanzati
Sabatino Cuomo (Università degli Studi di Salerno)

11.15-11.45 Opere in terra
Francesco Calvetti (Politecnico di Milano)

11.45-12.15 Progettazione di rilevati rinforzati
Piergiorgio Recalcati (Tenax SpA, Viganò)

12.15-13.00 Discussione

Session 2: Applicazioni e casi di studio  
Chair: Sabatino Cuomo (Università degli Studi di Salerno)

14.15-14.45 Impiego di reti lungo alvei montani
Marco Greco (Geobrugg Italia srl, Bergamo)

14.45-15.15 Monitoraggio di opere di protezione da frane canalizzate
Fabio de Polo (Agenzia per la Protezione Civile Bolzano-Bacini Montani, Bolzano)

15.15-15.45 Briglie filtranti: valutazione delle forze di impatto e dell'efficienza di trattenuta
Marina Pirulli (Politecnico di Torino)

15.45-16.15 Soluzioni per la mitigazione del rischio da colate rapide
Rinaldo Uccellini (Officine Maccaferri Italia srl, Zola Predosa)

16.15-16.45 Aspetti prestazionali di un rilevato rinforzato per protezione da frane rapide  
Luis Russo (Huesker srl, Trieste) e Marco Balducci (Area Progetto Associati, Perugia)

16.45-17.30 Considerazioni conclusive
Daniele Cazzuffi (CESI SpA, Milano) e Nicola Moraci (Presidente AGI)