Programma
  • Mercoledì 27 Ottobre 2021
  • 14:00 - 17:30
  • Memo
  • Sala Diotallevi 1 Hall Sud
  • italiano

A cura di: Comitato tecnico scientifico Ecomondo e FISE Unicircular / UNIRAU

Negli ultimi 25 anni il consumo di abbigliamento nella UE è aumentato del 40% per un totale pro capite di 26 kg ogni anno. L’impatto sull’ambiente indotto dall’avvento della “fast fashion” riguarda il consumo di acqua e di suolo per la coltivazione delle fibre naturali, l’inquinamento dell’acqua per i vari processi di lavorazione, la dispersione di microplastiche durante i lavaggi dei capi sintetici, le emissioni di circa il 10% del gas ad effetto serra emesso annualmente, lo smaltimento in discarica di elevate quantità di abiti usati ed al netto di quelli avviati al riuso, la modesta quantità di quelli avviati a riciclo. Per far fronte a questi impatti, dopo aver inserito nella Direttiva sui rifiuti l’obbligo di raccolta differenziata dei tessili domestici entro il 31.12.24 (nel recepimento italiano 31.12.2021), l'UE ha adottato nel marzo 2020 un nuovo piano d'azione per l'economia circolare, che comprende un importante capitolo dedicato ai tessili, con l'obiettivo di sviluppare l'ecoprogettazione e promuovere il riutilizzo ed il riciclo, e ora la Commissione sta lavorando alla stesura di una “Strategia europea per il tessile”.


Presidente di sessione

Andrea Fluttero, Presidente UNIRAU

Programma

Introduzione e saluti

Il punto di vista di ICESP
Roberta De Carolis, ENEA

Circular textile business models for deadstock and post-industrial cutting waste
Roberta De Palma, SwitchMed Chief Technical Advisor UNIDO

Gearing up for more circular textiles – The vision of EuRIC Textiles
Emmanuel Katrakis, Segretario Generale EuRIC

I Produttori

Sergio Tamborini, Sistema Moda Italia

Prospettive per un sistema collettivo del tessile
Roberto Coizet, Rete Ambiente

Le raccolte

Il ruolo dei Comuni
Anci, Associazione Nazionale Comuni

Carmine Guanci, Alleanza delle Cooperative GdL nazionale raccolta e valorizzazione rifiuti tessili

La valorizzazione

Karina Bolin, UNIRAU Unione Imprese Raccolta Riciclo e Riuso Abbigliamento Usato
Fabrizio Tesi, ASTRI Associazione Tessile Riciclato (TBC)
Massimo Marchi, Marchi & Fildi S.p.A. (TBC)

Conclusioni
Ilde Gaudiello, Ministero della Transizione Ecologica - Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare (TBC)