Programma
  • Giovedì 5 Novembre 2020
  • 10:00 - 13:30
  • Memo
  • Sala Neri 2 Hall Sud
  • italiano

A cura di: Comitato tecnico scientifico Ecomondo, Fise Assoambiente, Unicircular, Utilitalia

* La pre-registrazione garantisce un posto in sala sino a 10 minuti prima che il convegno abbia inizio *

Il Piano d’azione della Commissione Europea del 2015, il pacchetto delle sei direttive sui rifiuti, approvate nel 2018, la direttiva 2019/904/UE sulla plastica monouso e soprattutto la più recente Comunicazione della Commissione europea dell’11marzo 2020 per l'economia circolare, per un'Europa più pulita e più competitiva, modificano in maniera significativa il quadro normativo di riferimento in materia di gestione dei rifiuti. Le 54 azioni indicate dal Piano d’azione del 2015 sono state tutte avviate, molte completate, alcune lo saranno entro la fine del 2020, ma  bisogna fare di più. Così, l’Europa, proprio nel periodo più problematico dovuto alla pandemia COVID 19, preannuncia ulteriori misure anche in materia di rifiuti, partendo dalla fissazione di obiettivi di prevenzione, dall’incentivo alla progettazione ecosostenibile, dal riesame della legislazione dell'UE in materia di pile, imballaggi, veicoli fuori uso e sostanze pericolose nelle apparecchiature elettroniche con l'obiettivo di prevenire i rifiuti, aumentare il contenuto riciclato, promuovere flussi di rifiuti più sicuri e più puliti e assicurare un riciclaggio di alta qualità. La Commissione si impegna anche a rafforzare l'attuazione degli obblighi di recente adozione per i regimi di responsabilità estesa del produttore, e ad offrire incentivi e incoraggiare la condivisione di informazioni e buone pratiche in materia di riciclaggio. Tutto questo darà  nuovo impulso alla crescita economica, all’occupazione, agli investimenti verdi, per un’economia ad emissioni zero, efficiente sotto il profilo delle risorse, verde e competitiva. La Conferenza ha lo scopo di effettuare una valutazione su quanto il nostro Paese ha fatto nell’ambito del recepimento delle direttive per creare le condizioni necessarie per una reale transizione verso l’economia circolare e su quanto ancora è necessario fare anche alla luce dei nuovi orientamenti della Commissione Europea. A tal fine ne discutono le Istituzioni, l’ISPRA, gli Enti locali, le Associazioni di categoria, i rappresentanti parlamentari, gli esperti del settore.

Presidenti di Sessione
Rosanna Laraia, Comitato tecnico Scientifico di Ecomondo  
On. Stefano Vignaroli, Presidente Commissione Parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e sugli illeciti ad esse correlati

Programma 

10.00 Introduzione dei Presidenti

10.20 Le principali novità introdotte dal recepimento delle direttive del pacchetto rifiuti e il Programma Nazionale per la gestione dei rifiuti
Tullio Berlenghi, Capo della Segreteria Tecnica del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare  

10.35 La disciplina sulle discariche a seguito del recepimento della direttiva 2018/850/UE  
Rosanna Laraia, CTS Ecomondo 

10.50 Il ruolo della normativa end of waste nella promozione dell’economia circolare: cosa cambia? 
Paola Ficco, Rivista Rifiuti 

11.05 Il sistema dei controlli e il ruolo del SNPA   
Giuseppe Bortone, Direttore generale dell’ARPA Emilia Romagna

11.20 Le linee guida sull’ end of waste
Valeria Frittelloni, dirigente ISPRA

11.20 La responsabilità estesa del produttore
Stefano Leoni, ISSI

11.35 Le novità e le problematiche ancora aperte nel recepimento della direttiva 2018/852/Ue in materia di imballaggi  
Francesco De Leonardis, Università di Macerata 

11.50 Procedimenti e semplificazioni
Andrea Farì, Università Roma Tre di Roma  

12.05 Circular economy monitoring
Daniel Montalvo, Head of Group Sustainable resource use and industry dell’ EEA 

12.05. Tavola rotonda: proposte e problematiche applicative: il punto di vista degli operatori, dei parlamentari, delle Associazioni ambientaliste 

Andrea Fluttero (UNICIRCULAR), Andrea Bianchi (Confindustria), Chicco Testa, (Fise Assoambiente), Filippo Brandolini (UTILITALIA), Stefano Ciafani (Legambiente Ambiente)

Conclusioni

13.00 - On. Chiara Braga (VIII Commissione Ambiente, Territorio, Lavori Pubblici)