Programma
  • Martedì 3 Novembre 2020
  • 15:00 - 17:30
  • Memo
  • Sala Noce Pad A6
  • italiano

A cura di: FISE ASSOAMBIENTE e Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo

La polarizzazione nella risposta alle sollecitazioni in tema di gestione dei rifiuti è spesso la principale causa (nascosta, ma non troppo) dell’immobilismo decisionale che contraddistingue la gestione dei rifiuti in Italia.
La conseguenza: una frattura netta in termini di sviluppo impiantistico tra Regioni che hanno saputo uscire dalle crisi con visione e strategia e regioni che si sono condannate all’eterna emergenza.  

La pandemia di COVID-19 ci ha dimostrato però che il settore è vitale, capace di riorganizzarsi e andare oltre le emergenze contingenti per continuare a garantire quello che non è un servizio accessorio, bensì essenziale per la salute dei cittadini. Da questa nuova consapevolezza come si articola/sviluppa la sempre più necessaria strategia nazionale di gestione dell’intero ciclo dei rifiuti che affronti con concretezza il tema della carenza impiantistica nel nostro Paese?

Presidente di sessione
Chicco Testa, FISE Assoambiente

Programma

14.30 -15.00 Registrazione dei partecipanti

15.00 Saluto e Introduzione
Studio FISE Assoambiente sulla gestione del ciclo dei rifiuti nelle Regioni con confronto P.R.G.R.
Chicco Testa, Presidente FISE Assoambiente

15.30 La responsabilità delle scelte e le esigenze impiantistiche
Bonati, REF

15.45 Ciafani, LEGAMBIENTE (TBC)

16.00 Brandolini, UTILITALIA (TBC)

16.15 Assessore REGIONE Lombardia (TBC)

16.30 Assessore REGIONE Emilia Romagna (TBC)

16.45 Il punto di vista delle imprese – esperienza A2A

17.00– 17.30 Conclusioni
Marco Steardo, Presidente FISE Assoambiente Sezione Rifiuti Speciali