Ecomondo 2022
  • Martedì 8 Novembre 2022
  • 11:15 - 13:00
  • Memo
  • Sala Neri Hall Sud
  • italiano
  • inglese

Tra gli alti costi dell’energia, delle materie prime e della crisi climatica

A cura degli Stati Generali della Green Economy

L’undicesima edizione degli Stati generali della green economy si tiene alla fine di un anno, il 2022, segnato da notevoli difficoltà per l’economia italiana, con una forte ripresa dell’inflazione, con le avvisaglie di una nuova recessione, con prezzi ancora troppo alti del gas e dell’elettricità, in uno scenario di timori e incertezze generate dalla guerra scatenata in Europa dalla Russia contro l’Ucraina.

Il 2021, dopo la caduta causata dal Covid, era stato l’anno della ripresa, spinta dal Green Deal europeo, al quale ci siamo agganciati con un Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che raccoglie e alimenta la green economy italiana, in vari settori, puntando sulla transizione ecologica e la decarbonizzazione per assicurare competitività e futuro anche alla nostra economia.

Nel nuovo contesto del 2022 ci sono forti ragioni e opportunità per superare i nuovi ostacoli, limitando i danni e gli arretramenti, procedendo nel cammino della transizione ecologica e climatica. I cambiamenti in direzione della sostenibilità climatica ed ecologica sono una sfida impegnativa, ma sono necessari: siamo in grado di gestirli cogliendo anche le opportunità che offrono.

Modera

Celestina Dominelli, Sole 24 ore

Programma

Saluti introduttivi
Lorenzo Cagnoni, Presidente di IEG (Italian Exhibition Group)
Irene Priolo, Assessore all'ambiente, difesa del suolo e della costa, protezione civile, Regione Emilia-Romagna

Intervento introduttivo (collegamento video)
Paolo Gentiloni, Commissario europeo per gli affari economici e monetari
Gilberto Pichetto Fratin, Ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica

Presentazione della relazione sullo stato della green economy 2022
Edo Ronchi, Consiglio Nazionale della green economy

Interventi dei rappresentanti dei partiti politici
Luca De Carlo, Fratelli d’Italia
Simona Bonafé, Partito democratico
Gianni Pietro Girotto, Movimento 5 Stelle

Conclusioni
Vannia Gava, Sottosegretario di Stato al Ministero della Transizione Ecologica