Ecomondo 2022
  • Venerdì 11 Novembre 2022
  • 11:15 - 13:00
  • Memo
  • Sala Diotallevi 1 Hall Sud
  • italiano

A cura di: Ecomondo, FERPI, ASSOAMBIENTE
Con il patrocinio di: UNARGA – FNSI


Premessa e motivazione:

È in atto un profondo cambiamento sui mercati e nelle società e al contempo viviamo una più chiara percezione degli effetti dei cambiamenti climatici. Oggi l’impegno è ridurre la propria impronta ambientale, ripristinare gli ecosistemi, proteggere il capitale naturale: una sostenibilità che considera l’ambiente, il clima, l’economia e la comunità come parti della stessa entità.
Una vera metamorfosi che deve condurre, tramite la transizione ecologica, a un nuovo modello di sviluppo. Una transizione, però, che necessita di tenere insieme l’urgenza della crisi ambientale e climatica con le nuove, enormi sfide dello scenario internazionale, a partire dagli impatti economici e di forniture derivanti dal conflitto in Ucraina.
Accanto a questo contesto in rapida evoluzione esiste, però, da molto, troppo tempo un problema culturale che investe tutti gli attori in campo: istituzioni, imprese, giornalisti, comunicatori e opinione pubblica. È ciò che chiamiamo “l’insostenibile leggerezza della comunicazione ambientale” e che incide tanto quanto il ruolo di norme confuse e di processi decisionali deficitari.

Comunicare, con consapevolezza ed efficacia, i temi ambientali rappresenta un fattore strategico.
E allora perché il “sistema Paese” non riesce ancora a cogliere questa necessità?

In particolare:

- Come affrontare la complessità e la molteplicità dei temi ambientali?

- Come riuscire a spiegare e motivare avvenimenti (e sconvolgimenti) della transizione ecologica all’opinione pubblica?

- È possibile costruire un dibattito pubblico sulla transizione energetica libero da “falsi miti” e alimentato da un’informazione aggiornata e fruibile?

- Quali gli strumenti per trovare una “spinta gentile” in grado di attivare comportamenti – individuali e collettivi – più virtuosi e adatti alle sfide da cogliere?

L’evento nasce da un’idea di FERPI ed intende indagare modalità e strumenti innovativi per la comunicazione del mondo che verrà prendendo spunto da una serie di libri recentemente pubblicati o in arrivo sugli scaffali e che cercano di indagare proprio questa dimensione critica, provando a fare chiarezza e a fornire strumenti e modalità innovative di comunicazione ambientale. L’evento sarà coordinato da Sergio Vazzoler, delegato dell’attuale CDN alla comunicazione ambientale, partner di Amapola Talking Sustainability, co-curatore del Libro Bianco sulla Comunicazione Ambientale (Pacini Editore, 2020) e del recente L’Anello Mancante – La comunicazione ambientale alla prova della transizione ecologica (Pacini Editore, 2022).

Programma

Saluti e coordinamento:
SERGIO VAZZOLER, Delegato FERPI per la comunicazione ambientale

Speech introduttivo (da remoto):
TELMO PIEVANI, Filosofo e Comunicatore Scientifico

AMBIENTE E COMUNICAZIONE SCIENTIFICA: UNO VALE UNO?

Intervengono:

JACOPO GILIBERTO, Il Sole 24 Ore
EDOARDO VIGNA, Corriere della Sera
ALESSANDRO BELOLI, Redattore Geopop
ROBERTO ZALAMBANI, Presidente UNARGA FNSI CRISTINA NADOTTI, La Repubblica

QUALE COMUNICAZIONE PER LA TRANSIZIONE ECOLOGICA?

Intervengono:

ELISABETTA PERROTTA, Direttore ASSOAMBIENTE
MATTEO COLLE, Direttore Relazioni Esterne e CSR Gruppo CAP
ANNALISA CORRADO, Responsabile Sviluppo Progetti Innovativi AzzeroCO2 e co-ideatrice del progetto GreenHeroes, Kyoto Club
PAOLO SILINGARDI, Presidente Achab Group
SOFIA PASOTTO, Green influencer