Ecomondo 2022
  • Giovedì 10 Novembre 2022
  • 14:00 - 16:30
  • Memo
  • Sala Ravezzi 1 Hall Sud
  • italiano

A cura di: Comitato Tecnico Scientifico di Ecomondo & Direzione Generale Economia Circolare del Ministero della Transizione Ecologica

Il Green Public Procurement, i cosiddetti “Acquisti verdi della pubblica amministrazione”, si è affermato come una delle principali leve per la transizione ecologica verso un’economia più circolare.  Attraverso l’obbligo, sancito dal Codice degli appalti, di integrare i Criteri Ambientali Minimi (CAM) nelle gare di appalto pubbliche, da una parte stimola le Pubbliche amministrazioni ad acquisire prodotti e servizi con la migliore performance ambientale lungo il ciclo di vita, dall’altro orienta il settore produttivo verso modelli di produzione più innovativi ed efficienti sotto il profilo ambientale e sociale. Trattandosi di uno strumento trasversale, in quanto coinvolge settori della Pubblica amministrazione che tradizionalmente non si occupano di ambiente, ad esempio l’economato, e settori che possono incidere notevolmente sulle performance ambientali dell’ente, quali i trasporti, le infrastrutture e l’edilizia, può contribuire a raggiungere obiettivi di sostenibilità sociale e di politica industriale, oltre che di sostenibilità ambientale, concorrendo al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 e della più recente pianificazione strategica in tema di economia circolare e di decarbonizzazione. L’applicazione dei CAM è, inoltre, strettamente collegata al rispetto dei principi DNSH, principi cardine della tassonomia, fondamentali per l’accesso alle risorse stanziate per il PNRR.
Il seminario rappresenta un’occasione per un aggiornamento sui contenuti dei nuovi CAM recentemente pubblicati e in via di pubblicazione, con l’obiettivo di fornire strumenti operativi di supporto e orientamento agli addetti ai lavori.

Programma

Moderatore:
Sergio Saporetti, Funzionario tecnico della Direzione Generale Economia Circolare del Ministero della Transizione Ecologica

14.00 Introduzione e saluti

14.10-14.30 Piano d’azione nazionale GPP e Criteri ambientali minimi: novità e aggiornamenti
Alessandra Mascioli, Direzione Generale Economia Circolare del Ministero della Transizione Ecologica – supporto CNR
Eliana Caramelli, funzionario tecnico Direzione Generale Economia Circolare del Ministero della Transizione Ecologica

14.30-14.40 La Guida operativa per il rispetto dei principi DNSH
Francesca Cappiello, dirigente Unità di missione NG-EU della Ragioneria dello Stato, Ministero economia e Finanze

14.40-14.50 I criteri ambientali minimi e il ciclo della materia (riduzione, riutilizzo, riciclo) 
Cristina Peretti, supporto CNR presso DG EC del MiTE

14.50-15.00 I criteri ambientali minimi per la decarbonizzazione
Michela Esposito, supporto Sogesid presso DG EC del MiTE

15.00-15.10 L’importanza della normazione per i CAM
Viviana Buscemi,Technical Project Manager ambiente ed energia di UNI

15.10-15.20 La piattaforma di consultazione per l’elaborazione dei CAM
A cura di Invitalia

15.20-16.20 Il ruolo del GPP per la transizione ecologica e il PNRR

Moderatore: Silvano Falocco, Fondazione ecosistemi

Giulia Tambato, Regione Veneto, Direzione gare e contratti
Andrea Sabbadini, Regione Lazio, centrale committenza
Lidia Capparelli, Consip
Matteo Nevi, Assosistema Confindustria
Marco Mancini, Legambiente

Conclusioni a cura del Ministero per la transizione ecologica