Comitato Scientifico

Nato nel 1960, chimico. La sua formazione ha anche compreso gestione e amministrazione aziendale e il diritto comunitario. Ufficiale del Genio.

Dopo essere stato visiting researcher in Germania e Francia, ha iniziato nel 1987 come ricercatore presso il Centro italiano di ricerca industriale per lo sviluppo di nuovi materiali (CSM) un centro corporate della siderurgia italiana.
La sua carriera all'interno della Commissione europea ha iniziato con la gestione della ricerca siderurgica della Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA). Tra il 1995 e il 1999 ha gestito il programma di ricerca e sviluppo tecnologico CECA-Acciaio. Nel 1999 è diventato assistente del direttore di "Tecnologie industriali". Si è occupato delle disposizioni legate alla fine del trattato CECA e a lanciare il nuovo fondo di ricerca carbone e acciaio (trattato di Nizza, protocollo VII). Nel frattempo, dal 1999 ha promosso iniziative in nanotecnologia. È stato responsabile della neonata Unità "Nanoscienze e nanotecnologie", anche avviando e presiedendo il gruppo inter-servizio della Commissione europea "Nanoscienze e nanotecnologie". Tra il 2008 e il 2013 è stato Responsabile dell'Unità "Materiali" lanciando -tra altre- iniziative internazionali sulle materie prime strategiche e le Terre Rare. Tra il 2014 e il settembre 2016 è stato Responsabile dell'Unità "Strategia" presso la Direzione "Azione per il clima e l’efficienza delle risorse" presso la Direzione generale ricerca e innovazione, dove ha gestito l'Unità "Pianificazione strategica e programmazione dei programmi “Orizzonte” (co-creazione e co-disegno)", trattando il programma-quadro Orizzonte 2020 e la proposta per Orizzonte Europa. È stato anche capo facente funzione dell'unità "Missioni e partenariati". È stato direttore facente funzione della Direzione "Centro politico e di programmazione" preparando il primo piano strategico per l'attuazione di Orizzonte Europa. Più recentemente responsabile per “Politica della scienza, opinioni ed etica”, occupandosi del meccanismo di opinioni scientifiche e del gruppo europea di etica e di tecnologie emergenti.
Attualmente è capo della segreteria tecnica del Ministro per la transizione ecologica, prof. Roberto Cingolani. Si possono citare in breve i molti documenti politici (comunicazioni della Commissione, ecc.) e varie attività di successo nella cooperazione internazionale. Inoltre: 4 richieste di brevetto, più di 50 articoli, 4 standard, 12 libri come redattore e 2 come co-autore, 2 newsletter, 3 pagine web e 5 film sulla scienza e la ricerca.
E’ stato cultore della materia nel corso "Management delle Imprese nell'Unione Europea" presso l'Università degli Studi di Bergamo, facoltà di economia, e nominato membro del Consiglio Scientifico del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).