Notizie

Cinquanta ragazzi della scuola media T. Franchini che partecipano a “Intrap(p)rendere Green, inventano per Econatale “TiDieSse-Tombola della sostenibilità”.

La sfida a chi ne sa di più sarà tra genitori che sabato 15 dicembre giocheranno “TiDieSse- Tombola della sostenibilità” sotto lo sguardo attento dei propri figli.

Gli alunni delle classi seconda I e C della scuola media Franchini, infatti, hanno costruito con materiali di recupero una vera e propria tombola per imparare, giocando, lo sviluppo sostenibile.
Con la collaborazione di Asvis e con l’aiuto di storia, geografia, scienze, tecnologia, inglese, l’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile”, siglata da tutti i Paesi nel 2015, è diventata un insieme di domande che aiutano a conoscere i 17 goals in cui l’Agenda stessa è articolata, secondo una visione di sostenibilità che riguarda l’ambiente ma anche la società e l’economia.

Così nella colorata scatola della tombola i ragazzi hanno messo un tabellone di grandi dimensioni, il regolamento, cinque cartelle di gioco, una clessidra, segnapunti e, infine, il sacchetto con le 50 carte domanda. L’educazione al recupero è stato il filo conduttore del loro percorso didattico perché per confezionare la tombola i ragazzi hanno riusato e adattato materiali preesistenti: un vecchio manifesto promozionale in pvc, carta riciclata dagli uffici, i numeri di un calendario non più attuale, pezzetti di moquette di precedenti manifestazioni fieristiche, mattoncini lego spaiati, un vecchio porta-cellulare. Insomma, l’apprendimento teorico si è tradotto contestualmente in azioni e in comportamenti coerenti, dando vita ad un prodotto creativo che invita tutti ad un consumo responsabile. Come in ogni gioco, sono previsti premi per i vincitori, messi a disposizione in questo caso dai partners del progetto: gadgets in plastica riciclata, quaderni, libri offerti da Corepla, dal Gruppo Fiori, da Cescot. E si continuerà a giocare per molti mesi, grazie ai ragazzi stessi e alla Biblioteca Baldini che ospiterà un torneo dedicato agli adolescenti.

Il laboratorio di costruzione di TiDieSse- Tombola della sostenibilità, è stato preceduto da attività disciplinari condotte dai docenti del consiglio di classe e l’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile, è stata tematica approfondita anche attraverso uscite didattiche e interviste, come la visita guidata a Ecomondo per visitare la “circular economy gallery”, l’incontro con Luca Stramare di Corepla, consorzio per il recupero e il riciclo della plastica; il laboratorio “ Le
metalMorfosi” con gli animatori scientifici del Gruppo Fiori. Alla scelta delle domande ha collaborato Donato Speroni del Segretariato dell’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile.

L’appuntamento con le autorità cittadine, i genitori e i partners di Intrap(p)rendere Green è per sabato 15 dicembre alle ore 9,30 presso la Biblioteca Baldini a Santarcangelo di Romagna.
Saranno presenti Alice Parma, Sindaco del Comune di Santarcangelo,Paola Donini, Assessore Attività Produttive, insegnanti e alunni della II C e II I, le autorità scolastiche, Alessandra Astolfi, Rimini Fiera, Nino Conti Presidente Città Viva, Tiziano Corbelli di Seven Ars.
Intrap(p)rendere Green, progetto didattico per conoscere l’ambiente, scoprire lo sviluppo sostenibile, agire green nella scuola media. IV Edizione 2018/19, realizzato dagli insegnanti di lettere, scienze, tecnologia, inglese, Dea Gualdi, Roberta Censi, Marco Panzetta, Alessandro Castellan, Barbara Carichini, Simona Vagnoni. Esperta di laboratorio Rita Bellentani; coordinamento a cura di Primula Lucarelli.

Con il patrocinio di Ecomondo, Corepla,Il Resto del Carlino, Conad Superstore La Fonte, Cescot, Associazione Città Viva, Seven Ars, Asvis- Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile, Comune di Santarcangelo, Comune di Rimini.