La strada per la transizione ecologica è tracciata e passa da Rimini, dove si sono chiusi lo scorso 29 ottobre Ecomondo e Key Energy, i due saloni dedicati all'economia circolare e alle energie rinnovabili di Italian Exhibition Group. Innovazione, green economy le parole chiave dell'edizione 2021 che ha visto un'affluenza simile al periodo pre-covid. Confermato il ruolo internazionale della fiera che, oltre alle numerose presenze europee ed extra europee nella manifestazione di Rimini, si conferma partner di Chengdu International Environmental Protection Expo (CDEPE) Cina e di Ecomondo Brasil.

I numeri, i momenti chiave e le novità della fiera

I numeri di questa edizione:

  1. quasi l´85% di presenze rispetto all'ultima edizione pre-Covid,
  2. più di 1.080 marchi presenti a tutto quartiere per il 90% della superficie,
  3. 500 ore di convegni e seminari, con il decennale degli Stati Generali della Green Economy,
  4. 220 operatori provenienti dai paesi africani, dalla sponda mediterranea e subsahariana, ma anche dai Paesi della Penisola balcanica, Europa orientale, Russia, Emirati Arabi Uniti, ecc., oltre ad associazioni, istituzioni, esperti, ricercatori internazionali.

 

Tra gli eventi chiave della fiera sono state proposte 8 conferenze faro con lo scopo di parlare di sostenibilità affrontando il tema in settori diversi. Durante questi incontri sono state identificate le azioni che potranno consentire una rigenerazione sistemica e inclusiva delle nostre manifatture, delle nostre città, del patrimonio naturale, suolo, acque e mari, per un pronto recupero economico, ambientale e sociale del Paese assieme all'Europa e all'area del Mediterraneo.

Creatività è la parola chiave per affrontare il futuro in modo sostenibile per cui Ecomondo e Key Energy hanno scelto di dare spazio e visibilità alle start up italiane della Green Economy. Tecnologia e creatività sviluppate nelle nuove aziende permettono la nascita di materie prime seconde derivate dagli scarti smistati dall'intelligenza artificiale, il controllo della produzione, della gestione dell'acqua per l'irrigazione nei campi si fa da smartphone e il lavoro avviene usando mezzi agricoli alimentati ad energia rinnovabile. Sono state 21 le start up per le filiere tecnologiche di Ecomondo che hanno potuto esporre la loro esperienza nell'area “Start Up e Scale Up Innovation”.

Gli Stati Generali della Green Economy hanno celebrato il loro decimo anniversario. Anniversario che è stato occasione per fare il punto sui progressi compiuti dalla Green Economy in Italia nel decennio passato e le sfide per quello prossimo, di cruciale importanza per raggiungere il nuovo target europeo di riduzione delle emissioni di CO2 del 55% entro il 2030.

Molto presenti anche i temi della bioeconomia circolare, risorse idriche, trattamento dei rifiuti e processi di digitalizzazione che portano la green economy nel perimetro di industria 4.0 e le aziende che lavorano sui processi e il monitoraggio importante anello di raccordo tra la raccolta dei materiali di scarto e la materia prima seconda.

Particolarmente rilevante anche il tema della rigenerazione dell'ambiente, in linea con le raccomandazioni del Green Deal europeo proposto con un'analisi puntuale curata dal Comitato scientifico presieduto dal Prof. Fabio Fava.

Ecomondo è internazionale

Ecomondo ha ospitato anche incontri ed associazioni di rilievo internazionale ed il ruolo si consolida anche attraverso i prossimi eventi internazionali:

  • Chengdu International Environmental Protection Expo (CDEPE) 20 - 22 Maggio 2022

  • Ecomondo Brasil 7-9 giugno 2022

  • Ecomondo Mexico 12 - 14 luglio 2022 a León, organizzato in partnership con Deutsche Messe

 

Chengdu International Environmental Protection Expo (CDEPE) è la più grande fiera di Green Technologies nel mercato della Cina occidentale ed è co-organizzata da Europe China Environmental Exhibitions (ECEE), una società di Italian Exhibition Group con sede a Chengdu, e da Sichuan Environmental Protection Industry Association (SCEPI). 

Ecomondo Brasil è la piattaforma di business nel settore delle tecnologie ambientali a livello internazionale che ha come obiettivo presentare al mercato globale attrezzature e soluzioni sempre più innovative per lo sviluppo sostenibile nei settori Acqua, Rifiuti ed Energie Rinnovabili, oltre a favorire i contatti tra gli investitori della green economy in Brasile e potenziali partner commerciali esteri. 

Ecomondo 2021 dalla teoria alla pratica: la gestione green dell'area espositiva

Italian Exhibition Group per l'edizione 2021 di Ecomondo ha messo a punto una serie di iniziative per rendere l'esposizione sostenibile:

Gestione accessi ed allestimenti: durante la fase di allestimento e disallestimento della fiera saranno utilizzati mezzi elettrici e a basso consumo di carburante, la gestione dei tempi e degli orari di accesso hanno permesso di ridurre al minimo code e rallentamenti e quindi diminuire, per quanto possibile, il traffico in entrata ed uscita limitando anche le emissioni.

Trattamento rifiuti: all'interno della fiera la raccolta differenziata dei rifiuti avviene attraverso l'utilizzo di isole ecologiche, realizzate con contenitori in cartone, distribuite sull'intero quartiere con sacchi di colore diverso in base alla tipologia di rifiuto da conferire.  I rifiuti speciali non pericolosi (derivanti per di più da attività di allestimento e disallestimento di spazi espositivi) vengono conferiti in un'apposita isola ecologica. La raccolta dei rifiuti organici invece avviene attraverso appositi contenitori, inoltre le stoviglie usate nei punti ristoro sono tutte in materiale biodegradabile al 100%. 

Igienizzazione: avviene secondo le norme Covid, tutti i prodotti utilizzati sono approvati dall' Istituto Superiore di Sanità e, ove possibile, nel rispetto della normativa vengono preferiti prodotti detergenti a basso impatto ambientale e a basso rischio chimico.

Riferimenti  

Tutti i comunicati stampa sono disponibili  nel sito web di Ecomondo nella sezione News e comunicati.