Online Ticket
Notizie

Nel corso degli ultimi anni, sempre più aziende hanno compreso i benefici finanziari e ambientali possibili sfruttando al massimo i loro flussi di rifiuti organici. Gli ultimi sei anni sono stati un periodo cruciale per lo sviluppo del settore del biogas e del biometano in Italia.

Il settore è cresciuto notevolmente con circa 1500 impianti e una potenza installata di circa 1200 MW. Negli ultimi quattro anni, gli investimenti nel settore del biogas sono stati pari a 3,5-4 miliardi di euro. Ciò offre un'occupazione stabile nel settore, con oltre 12.000 dipendenti.Nel 2013, il governo italiano ha introdotto un decreto che prevedeva l’introduzione del biometano nella rete del gas come calore e potenza combinati o come combustibile. Ora, il decreto italiano del 2013 sarà probabilmente sostituito da un nuovo decreto che darà accesso all'incentivo fino al 2022 e sarà incentrato sul biometano per il trasporto e il biometano liquefatto. Sembra che questo nuovo decreto sarà firmato entro la fine dell'estate del 2017. Il nuovo sistema di incentivi per la produzione di biometano arriverà a un massimo di 1,1 miliardi di m3 di biogas all'anno. Consorzio Italiano Biogas afferma che, in teoria, questo potrebbe rappresentare un potenziale di 8 miliardi di Nm3 all'anno. Il futuro per il biometano in Italia appare luminoso. Inoltre, i recenti sviluppi in attrezzature per la purificazione del biogas consentono a un maggior numero di produttori di passare al metano. Non solo per impianti di trattamento delle acque reflue su larga scala: la tecnologia di purificazione odierna è adatta a tutti i tipi di impianti AD, grandi o piccoli, e sta aiutando a sfatare un gran numero di idee sbagliate sul biometano...Scarica il pdf dell'articolo e continua a leggere...